Blog | Notizie dal mondo del networking

02.12.2013.
Lun

Tethering: connettersi ad internet da PC con lo smartphone conviene?

Il Tethering può costituire una valida alternativa per non dover rinunciare alla connessione ADSL senza passare attraverso i normali canali preposti (modem, router, internet key ecc). Può essere una soluzione ad esempio quando ci si trasferisce per un breve periodo di tempo in un posto sprovvisto dei canali di accesso ad internet.

Con il Tethering è infatti il proprio dispositivo mobile (generalmente il cellulare) che si sostituisce al router, consentendo una connessione con un altro dispositivo (ad esempio un pc) condividendo i dati. Il collegamento può avvenire sia in modalità wi-fi ma che con l’uso del collegamento tramite cavo USB.

Pregi e difetti del Tethering

Il tethering può essere utile oltre che per usufruire della connessione anche per navigare sfruttando uno schermo più grande rispetto a quello di uno smartphone, ad esempio quando si vuole vedere un video in streaming, oppure si devono consultare dei documenti on line (per ricerca o per lavoro, ecc).

Tra gli svantaggi ci sono quelli legati al tipo di sistema operativo usato, dato che non tutti permettono di sfruttare il Tethering, ma anche al modello di smartphone. Per entrambi gli aspetti comunque oggi i sistemi operativi più diffusi e i migliori smartphone non pongono limitazioni di questo tipo. Un problema potrebbe derivare inoltre dal proprio provider.

In alcuni casi questi possono richiedere un pagamento aggiuntivo (generalmente molto oneroso) per poter sfruttare la linea di cui si avvale lo smartphone per il Tethering, o possono bloccare il servizio. Quindi è sempre bene accertarsi prima se si possono incontrare problemi di questo tipo e se il proprio piano tariffario prevede anche la navigazione in Tethering.

Quando il telefono funziona come hotspot consuma la batteria molto più velocemente (quindi disattivare la funzione ogni volta che non serve permette di non restare a secco), e potrebbe anche comportarsi come se fosse collegato a un wireless di rete fissa: i GB compresi nel piano verrebbero divorati dal download di app e vari altri file. In questo caso basta disattivare i download automatici e controllare costantemente la quantità di dati scaricati.

Come far funzionare il Tethering

Per prima cosa va attivata la funzione hotspot (alcuni telefoni hanno la funzione che non viene visualizzata sul display) abilitando l’accesso tramite password così da evitare che altri approfittino del servizio.