Blog | Notizie dal mondo del networking

26.01.2015.
Lun

SHDSL: l’alternativa alla banda larga?

Il digital divide per i privati può essere fastidioso, limitando la libertà di scelta, ma per le aziende può costituire un enorme ostacolo alla gestione di una buona parte delle proprie attività. Esistono alcune situazioni che permettono di ottenere delle connessioni a banda larga, senza tuttavia avere la necessità di una linea appositamente dedicata, continuando ad utilizzare il normale doppino telefonico ed, allo stesso tempo, usufruendo comunque di una velocità soddisfacente.

Un esempio di questo tipo si ha con la connessione SHDSL, che rientra tra le connessioni di tipo “simmetrico” quindi permette di usufruire della stessa velocità di trasmissione dati sia in download che in upload.

I vantaggi della connessione SHDSL

Il vantaggio più evidente è che si ottiene senza difficoltà una velocità di connessione, superiore a quella standard con connessione non Adsl (56k), sfruttando la linea telefonica che si ha già. Normalmente viene garantita una connessione minima di almeno 2 Mbps, che rimane la stessa sia per il traffico dati in uscita che in entrata (comunque bisogna sempre sincerarsi della velocità minima garantita dall’operatore).

L’aspetto meno vantaggioso è legato ai costi, che non sono mai molto economici, ma nell’ottica di un’azienda si tratta comunque di costi generalmente preventivati nel computo dei costi di gestione. Generalmente questo tipo di servizio viene proposto nella formula di tariffa flat. Ovviamente se si è in una zona raggiunta dalla banda ultralarga, allora la convenienza della connessione SHDSL, anche per i clienti business, è destinata a sgonfiarsi.

Esempi di connessioni SHDSL

Tra i provider che propongono anche una connessione SHDSL troviamo:

  • Tiscali, che richiede un costo di 199,50 euro, con la tariffa SHDSL Enterprise, per un servizio senza limiti di tempo, installazione gratuita e la disponibilità fino a 16 ip fissi;
  • Fastweb propone non una vera e propria tariffa ma un servizio di opzione per usufruire della connessione simmetrica, con tre velocità minime garantite, che rispettivamente sono 2 Mbps a 50 euro al mese, 4 Mbps a 160 euro e 8 Mbps a 560 euro al mese. Sono previsti costi di attivazione dai 140 euro ai 460 euro;
  • Più economico e personalizzabile, in funzione delle velocità garantite a partire dai 2 Mbps, è il servizio offerto da Telecom srl, che parte da 107 euro.