Blog | Notizie dal mondo del networking

01.02.2013.
Ven

Come scegliere il miglior gestore internet

Prima di mettersi alla ricerca di un gestore internet, bisogna porsi delle semplici domande per determinare le proprie necessità e poter così indirizzare meglio il processo di scrematura tra i possibili provider pretendenti. Quindi basterà domandarsi quale tipo di impiego si intenderà fare (svago, giochi online, streaming, lavoro, ricerche, ecc) e per quale durata giornaliera o settimanale con ogni probabilità si resterà connessi. Il primo aspetto serve per comprendere la velocità di connessione a cui si dovrebbe ambire, mentre la seconda serve per orientare la scelta su pacchetti Adsl Flat, con una quantità di dati scambiati compresa nel prezzo, prima di passare al consumo, o nel caso di connessioni occasionali, optare per i prodotti a consumo prediligendo quelli con canone giornaliero (ed in questi è meglio scegliere la tariffazione a minuto reale anziché quella a sessioni che conteggiano anche il consumo di minuti che non vengono sfruttati).

Conclusa questa fase bisogna individuare quindi il tipo di copertura su cui si potrà contare nella zona di residenza o lavoro. Quindi con il passaggio successivo bisogna controllare quale è la velocità minima garantita dai gestori che forniscono copertura. A riguardo bisogna fare due considerazioni: la scelta non va fatta in base alla velocità massima garantita semplicemente perché nella grande maggioranza dei casi non verrà quasi mai sfruttata, mentre connessioni a velocità inferiori a quella minima danno diritto a rimborsi legati al disservizio; nel caso in cui il tipo di copertura garantita da un classico provider con l’uso della linea telefonica non sia sufficiente o non vi siano affatto coperture di connessioni di questo tipo, allora bisogna vagliare le soluzioni alternative (broadband mobile, connessioni satellitari, connessioni con l’uso del cellulare, ecc).

Gli aspetti burocratici e contrattuali da controllare prima di scegliere il gestore

Una volta che sono state definite le necessità e le caratteristiche che deve avere la propria connessione per essere ottimale, si può passare alla fase di comparazione. In questo compito un valido aiuto viene dato dai siti di comparazione come il nostro, che in unico portale consente di individuare più di una possibile soluzione per le proprie necessità, confrontando le migliori offerte dei principali gestori telefonici in corso di validità. Una volta trovato il provider che soddisfa i vari requisiti è comunque consigliabile chiedere l’invio della copia del contratto per vederne in maniera completa le caratteristiche.

Cosa guardare nei contratti per evitare brutte sorprese

Sotto quest'aspetto le voci da considerare con grande attenzione sono:

  • Costi di attivazione (soprattutto se ci saranno dei costi obbligatori o impliciti di installazione);
  • penali di estinzione (se sono previste solo in caso di recesso prima della scadenza del contratto, oppure anche successivamente);
  • Durata minima del contratto per non dover rimborsare il risparmio della promozione;
  • Gli effettivi costi a regime una volta terminata la promozione;
  • Controllare la presenza dei servizi accessori e relativi costi e soprattutto se questi saranno attivati automaticamente oppure se andranno richiesti.