Blog | Notizie dal mondo del networking

24.09.2014.
Mer

Codice di migrazione | Verifica e passa ad altro operatore

Indipendentemente dal fatto che si sia un cliente pentito di Telecom, Infostrada od altro operatore, e si desideri cambiare offerta e provider, quello che è certo è che la fedeltà ai vari gestori telefonici, a differenza di numerosi altri servizi, non paga, potendo molto spesso usufruire di agevolazioni e sconti proprio se si sceglie di cambiare semplicemente provider.

Ma un requisito essenziale, che rimane fondamentale per poter sfruttare le opportunità legate alla portabilità, è quello della presentazione del codice che consente l'identificazione della propria utenza, tra quelle già esistenti (e non di nuova attivazione).

Questo codice viene definito “codice segreto” solo per quanto riguarda Telecom Italia, per gli altri invece si parla di codice migrazione. La funzione è la stessa, così come il diritto di riceverlo dal proprio operatore per poter procedere al trasloco presso un altro provider.

In più, per passare da un servizio all'altro presso il proprio operatore, bisogna spesso indicare il codice di migrazione, altrimenti si rischia di risultare come una nuova utenza.

Caratteristiche del codice di migrazione o codice segreto

Si tratta di un codice alfanumerico che permette di individuare anche il tipo di servizio ricevuto, essendoci un codice per la parte “voce” ed uno per la connessione internet. Quindi spesso capita di doverli reperire e presentare entrambi per poter accedere ad un servizio unico (internet più voce).

In alcuni casi i due codici coincidono, ma nella maggior parte dei casi non è così, quindi, se richiesto, bisogna informarsi in modo specifico su entrambi i codici, anche se apparentemente coincidenti.

Dove guardare il codice segreto o di migrazione?

Il codice deve essere riportato sulla bolletta del proprio gestore telefonico. Tuttavia capita spesso che risulti errato nel momento in cui viene comunicato al nuovo provider. In questi casi bisogna contattare il proprio servizio clienti e farselo dare. Il gestore attuale è tenuto a comunicarlo, ma può prendersi fino a 24 ore di tempo, quindi è inutile arrabbiarsi per ottenerlo immediatamente.

Come si può fare la verifica del proprio codice di migrazione?

In via preventiva lo si può fare utilizzando il tool apposito (che si chiama in modo analogo) su codicemigrazione.com oppure lo si può scoprire solo quando si richiede il passaggio ad un nuovo operatore, il che non sempre è un male.

Spesso infatti, il nuovo gestore è disposto ad adattare una promozione anche a coloro che non sono in grado di presentare il codice segreto o di migrazione, anche se inevitabilmente si perderà la precedente numerazione.

Per approfondire l’argomento ti consiglio di leggere i seguenti articoli:

- Come richiedere il codice di migrazione Infostrada?
- Codice di migrazione Fastweb: dove trovarlo?
- Come ottenere il codice di migrazione da Telecom?